Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Prima vera nottata fotografica con il TMB 115

Ho passato l'ultima settimana ad informarmi su come migliorare il workflow fotografico evitando gli errori della scorsa volta, mi sono cosi segnato i dark necessari e i piccoli spostamenti tra una posa e l'altra per compensare il disturbo a pioggia dei sensori ccd. Mi son premunito di lasciare anche un po' di tempo tra una posa e laltra per far raffredare la camera, e devo dire che qualche risultato hanno dato tutte queste preparazioni. Qui sotto potete vedere i quattro soggetti che son riuscito a fotografare:

Ammasso globulare M13
11x300sec , Iso 640, Nikon D90
b_200_200_16777215_00___images_profondo_cielo_m13-dss-media-reg-ps2-web-small.jpg

 

Neulosa planetaria M27
11x300sec , Iso 640, Nikon D90
b_200_200_16777215_00___images_profondo_cielo_m27-dss-media-reg-ps2-web-small.jpg

 

Ammasso globulare M56
6x300sec , Iso 640, Nikon D90
b_200_200_16777215_00___images_profondo_cielo_m56-dss-media-reg-ps2-web-small.jpg

 

Nebulosa planetaria M57
6x300sec , Iso 640, Nikon D90
b_200_200_16777215_00___images_profondo_cielo_m57-dss-media-reg-ps-web-small.jpg

 

Tutte sono il risultato della elaborazione con Deep space stack, una passata leggera ai wavelet di Registax e ritoccate poi sui livelli e bilanciamento con Photoshop. Purtroppo perdo ancora un sacco di tempo nella messa a fuoco ed inquadratura dell'oggetto, devo assolutamente comprare un adattatore che mi permetta di ruotare la Nikon senza perdere la messa a fuoco.