Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
  • Grande protuberanza in distaccamento

    Grande protuberanza in distaccamento

  • Eclisse solare in alta risoluzione

    Eclisse solare in alta risoluzione

  • Close-up sulla NOAA 2192 con filamento

    Close-up sulla NOAA 2192 con filamento

Grande protuberanza in distaccamento

Grande protuberanza in distaccamento Oggi finalmente sole dopo tutta l'acqua degli scorsi giorni.Avevo visto la presenza di un paio di protuberanze e cosi ho voluto provare a fotografarle; seeing medio buono a dispetto di ogni mia aspettativa, essendo già in arrivo altra perturbazione.Ho da subito fotografato una bella protuberanza dal... Read more...

Eclisse solare in alta risoluzione

Eclisse solare in alta risoluzione Non avendo un telescopio con focale abbastanza corta per riprendere il disco intero, mi son soffermato a cercare sul Sole qualche zona interessante che mi permettesse di inquadrare comunque una porzione di ombra. Qui sotto si può vedere il transito della Luna a fianco ad una protuberanza ad anello s... Read more...

Close-up sulla NOAA 2192 con filamento

Close-up sulla NOAA 2192 con filamento Ieri nella pausa pranzo son riuscito a fare un paio di riprese. La dimensione della regione attiva è notevole, persino con il riduttore a 3 metri stava al pelo nel sensore, per cui ho deciso di fare questo mini mosaico in modo da avere un minimo di superficie intorno al soggetto.Si nota una vera giu... Read more...

Nuova protuberanza per Natale

Read more: Nuova protuberanza per NataleL'atmosfera nataliza ieri mi ha spinto tornare in ufficio in ritardo per montare il telescopio e dedicarmi un'oretta al sole. Ultimamente la foschia mi perseguita e le poche volte che il cielo si presenta passabile il sole non mostra dettagli che mi piacciano. Questa volta però una bella protuberanza faceva bella mostra di se, proprio quello che aspettavo; da tempo volevo riprovare a creare una breve animazione sulla evoluzione di una protuberanza ed ho potuto così fare qualche esperimento su diversi metodi di acquisizione.

Ho persino dimenticato di fare le classiche riprese per assemblare il mosaico del disco tanto ero focalizzato sulla cosa.
Avendo verificato che il seeing non era totalmnte da buttare, ho voluto acquisire i dati principali con la lente della barlow montata; metodo classico, 30 secondi di riprese intervallati a 2 minuti per un'ora, con tempi esposizione che son partiti con 50ms di esposizione per arrivare a 69ms sulle ultime.
Avendo incominciato dopo pranzo il sole era già bassino ed il seeing nelle ultime sequenze si era evidentemente compromesso, ho cosi deciso di togliere la barlow per fare qualche prova a fuoco diretto cambiando gli intervalli di campionatura, non avendo però un confronto diretto con il metodo classico usato con la barlow mi astengo per il momento a tirare conclusioni ed aspetto di trovare un altra giornata decente per poter fare nuovi test mantenendo sempre la stessa focale. Nel frattempo farò qualche esperimento su come trattare i dati raccolti con le diverse campionature per ottenere risultati simili tagliando magari qualche passaggio visto che il mio intento è quello di ottenere una maggior campionatura dell'evoluzione per avere più frame da assemblare nelle animazioni e quindi corrisponderebbe molto più lavoro sui singoli spezzoni.

Qui sotto potete invece vedere il risultato dell'ora di ripresa con il metodo standard che uso anche per la cromosfera.
Il risultato non è malaccio direi, l'evoluzione e il moto del splasma è evidente.




Filamenti fluttuanti sul campo magnetico (NOAA 1355-1356-1360)

Vista la inaspettata giornata di sereno ho voluto seguire l'evoluzione di un gruppo di macchie e filamenti che spiccavano sul disco del sole. Ho cosi effettuato delle brevi riprese di 30 secondi ognuna intervallata da 2 minuti di attesa con lo scopo di poter poi assemblare una breve animazione dei filamenti che fluttuano, seguendo i campi magnetici.

Per ogni frame sono stati selezionati i migliori 200 frame dal singolo filmato, quindi elaborati con registax 6 per l'allineamento e somma e per il successivo passaggio ai wavelet per accentuare il contrasto sulle formazioni più interessanti. A questo punto sono passato a Photoshop dove ho realizzato il layout, allineato le foto ottenute e agito un po' sui livelli e curve per normalizzarli e renderle più omogenee, ho infine applicato la colorazione ed esportato il tutto in Flash dove ho composto la vera e propria animazione.

Nella animazione assemblata si possono vedere i vari gruppi NOAA 1355-1356-1360 durante la loro evoluzione in un'ora di tempo reale, mentre all'inizio ho voluto inserire una panoramica della fascia attiva del sole, ricca di dettagli.